Nato a Pesaro, ha studiato contrabbasso presso il Conservatorio „G. ROSSINI“ della sua città con il M° Giorgio Scala, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode.

Successivamente si è perfezionato sotto la guida del M° Franco Petracchi, frequentando:

  • I corsi dell'ACCADEMIA CHIGIANA di Siena (Diploma di Merito 1990);
  • I corsi di Sermoneta (1986);
  • i corsi annuali di virtuosità della fondazione „W. STAUFFER“ di Cremona (1986, 1987, 1988);
  • la MASTERCLASS tenutasi a Livorno (1989).


Ha seguito inoltre i corsi di formazione professionale per orchestra e musica da camera di FIESOLE (Fi) e i corsi di musica da camera del TRIO D'ARCHI DI MONACO, completando infine la sua preparazione con il M° Luigi Milani (1° contrabbasso dell'Orchestra RAI di Torino) e il M° Angelo Soliman, docente di contrabbasso al conservatorio „F. DALL' ABACO“ di Verona.
Ha svolto attività concertistica in orchestre lirico sinfoniche (Maggio Musicale Fiorentino, Arturo Toscanini di Parma, Arena di Verona, Haydn di Bolzano), in gruppi da camera (dal duo all’ottetto) e come solista.

È stato premiato in svariati concorsi nazionali ed internazionali: CITTA' di STRESA, CONCORSO PER ARCHI di Genova, RASSEGNA DI MUSICA D' ASSIEME di Genova.

Ha ottenuto l’idoneità in concorsi ed audizioni per orchestra: Arena di Verona (1° assoluto), Arturo Toscanini di Parma, Haydn di Bolzano (1° assoluto), Giovanile Italiana, European Chamber Orchestra (1° assoluto), Carlo Felice di Genova, Orchestra Sinfonica Abruzzese.

In campo editoriale ha pubblicato:
* IL CONTRABBASSO, NOVISSIMO MANUALE SEMISERIO (Casa Musicale SONZOGNO);
* CONTRABBASSO MON AMOUR - NUOVE LEZIONI DI CONTRABBASSO (Curci);
* 20 STUDI DA CONCERTO, di Annibale Mengoli (edizioni ZANIBON);
* 40 STUDI DA ORCHESTRA, di Annibale Mengoli, con prefazione di Franco Petracchi (edizioni ZANIBON);
* CAPRICCIO DI BRAVURA, di G. Bottesini, in edizione urtext (ZANIBON).
* ATTI DEL PROGETTO BILLE’, vol I (raccoglie i contributi di specialisti nei vari settori dello scibile contrabbassistico), edizioni del Conservatorio G.B. Pergolesi.

Ha insegnato al Conservatorio L. Canepa di Sassari, al Conservatorio G. B. Pergolesi di Fermo e al Conservatorio G. Rossini di Pesaro. Attualmente è titolare della cattedra di contrabbasso presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Frescobaldi” di Ferrara. Presso il conservatorio “G. B. PERGOLESI“ di Fermo (Ap) ha ideato e condotto il PROGETTO ISAIA BILLE’ del quale ha curato per quattro anni la direzione artistica (2000-2004): un progetto didattico innovativo che analizzava il contrabbasso sotto i diversi punti di vista (tecnico, stilistico, formale ecc.), e che riunificava le varie discipline collegate all’esecuzione sotto un disegno unitario. Il progetto Billè ha ospitato i personaggi più rappresentativi legati allo strumento sul piano internazionale.

Ha partecipato a progetti di musica contemporanea, di musica etnico/jazz, incidendo diversi cd. I suoi interessi legati allo yoga ed alla didattica strumentale l’hanno potato a sviluppare concetti innovativi che trovano applicazione - oltre che presso il Conservatorio dove ricopre l’icarico di docente - anche  in corsi e masterclasses tenute in diversi Istituti ed Istituzioni ove è stato invitato. Scrive spesso articoli per XBASS e ARCHIMAGAZINE, due riviste specializzate del settore.


RASSEGNA STAMPA del manuale semiserio…
“Alfredo Trebbi ha realizzato un manuale per il suo strumento definito ‘semiserio’ (il manuale, e forse anche lo strumento), non in senso rossiniano: con la gioconda incoscienza di chi, certamente ben preparato dal punto di vista generale, mira soprattutto a sdrammatizzare gli ostacoli veri o presunti che si è trovato di fronte nella sua esperienza di musicista, di allievo e di didatta (…)”.
Giorgio Pugliaro, IL GIORNALE DELLA MUSICA n. 145, gennaio 1999.

 “Dalla gloriosa Casa Musicale Sonzogno arriva una novità a stampa dedicata allo studio del contrabbasso a cui non fa difetto l’originalità. (…) un libro gradevolissimo in cui l’autore Alfredo Trebbi si diverte a non prendere non troppo sul serio la didattica utilizzando con notevole talento e ironia fumetti, quiz ed esempi pratici per facilitare la lettura in modo gradevole e simpatico (…)”.
Marco Gaido, MUSICA E DISCHI n. 611, agosto 1998.

“(…) un’opera che, credetemi, vale la pena di avere nella propria biblioteca (…) l’autore compie una semplice ma illuminante ricognizione sul ‘pianeta contrabbasso’ (…). Di grande efficacia la seconda parte del libro nella quale l’autore descrive l’impostazione della mano sinistra (…). La terza parte del lavoro è dedicata al cruciale approccio con l’arco. Con lucidità di analisi Trebbi indica le varie problematiche legate alla muscolatura e alla postura dell’arco (…) Insomma un lavoro molto interessante, utile, divertente, istruttivo…che altro dire? Grafica elegante e funzionale, ricche e significative le illustrazioni, belle le foto, ottimo il contenuto! (…)”
Marcello Sebastiani, GUITAR CLUB  n. 11, novembre 1999.

“(…) un volume che, tanto per non farsi mancare nulla, vanta l’introduzione di Giovanni Bottesini, il virtuoso cremasco morto nel 1889 (…). Oltre a grondare autoironia, questo manuale è un concentrato di senso pratico. Trebbi si rivolge in particolare ai principianti, affrontando i temi tradizionali e quelli messi in primo piano dalla didattica più aggiornata: le tecniche di rilassamento o la paura del pubblico. Ma il contributo più originale riguarda le informazioni di prima necessità: (…)”.
Alice Bertolini, SUONARE NEWS n. 4, settembre 1998.

“(…) Il manuale di Alfredo Trebbi – ‘semiserio’ perché scanzonato, ricco di buotades, di aneddoti e curiosi consigli di vita, oltre che di precetti di tecnica – guida l’allievo a muoversi senza paura negli spazi pachidermici del contrabbasso (…)”
Stefano Colangelo, IL CORRIERE, 13 marzo 1999.

“Il Manuale semiserio è sfortunatamente reperibile solo in italiano. ‘Sfortunatamente’ perché si tratta di un libro fuoriclasse che tocca praticamente ogni aspetto dello strumento. (…) tutto è spiegato con l’esperienza di un contrabbassista che ha studiato con Luigi Milani e Franco Petracchi, suonato in orchestre sinfoniche, ed ora lavora come stimato e conosciuto insegnante (…) Tutti quelli che parlano italiano dovrebbero acquistare questo libro, non ultimo perché è meravigliosamente divertente (…). La sua esperienza e il suo talento per la comunicazione rendono questo geniale libro più di un trattato, più di un metodo, più di un compendio di consigli utili: esso è probabilmente il primo metodo mai scritto che parla di come esprimere noi stessi ed essere in armonia attraverso un talento musicale per il contrabbasso”.
Corrado Canonici, DOUBLE BASSIST* n 7, winter 1998 (traduzione dall’originale del testo in lingua inglese).

“(…) In tutto il testo l’orecchio la fa sempre da padrone. La conquista di un atteggiamento attivo e partecipato che favorisca il passaggio dall’udire all’intendere, secondo gli insegnamenti tuttora validi di E. Willems, è il modo giusto per approfondire e sperimentare le proposte didattiche contenute nel manuale. (…) La lettura e la sperimentazione di queste proposte permettono di entrare con l’atteggiamento corretto nel vero e proprio manuale tecnico. Ci si accorge subito che il serio, il rigore, la riflessione si impongono man mano sugli aspetti semiseri ed autoironici che accompagnano tutto il libro, mettendo in evidenza elementi di concretezza ed un formidabile e valido senso pratico della didattica (…).”
Paolo Salomone, IL GIORNALE DELLA  MUSICA, n. 249, giugno 2008.


Cremona MondoMusica

Sabato 29 settembre 2012, ore 14.30 – 15.30 Sala Amati (Pad. 1)
Presentazione del libro di Alfredo Trebbi "Lo Zen e l'arte di suonare uno strumento"

I libri di Archi Magazine - Editore: Concertante
Organizzazione: Archi Magazine
Alfredo Trebbi presenta a Mondomusica il suo nuovo libro

"Lo Zen e l'arte di suonare uno strumento".

Per realizzare l'obiettivo indicato, Trebbi illustra una serie di studi sullo sviluppo mentale e musicale provenienti sia dall’universo delle discipline di crescita psicofisica (Yoga, PNL, Pensiero creativo, visualizzazione...) sia dagli ambienti della ricerca delle metodologie evolute di insegnamento musicale (metodo Willems, metodo Dalcroze ecc.). Un'altra risorsa importante è rappresentata dalla tecnologia informatica: l'utilizzo di basi specifiche supporta lo studio di scale, colpi d'arco, esercizi e brani musicali attraverso un metodo innovativo denominato Modeling Auditivo.
Sabato 29 settembre 2012, ore 14.30 – 15.30 Sala Stradivari (Pad. 1)

Da questo link è possibile scaricare un breve demo in pdf del volume:



*Double bassist (in lingua inglese) è l’unica rivista al mondo dedicata esclusivamente al contrabbasso, ed è edita in Inghilterra e di lì diffusa negli USA e in tutti gli altri paesi.

www.alfredotrebbi.it

 

Prossimi Concorsi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

 

 

wifi zone bsck

 

 

follow us on facebook